“Non esistono giornate senza fine, né notti senza alba” – Lettera alla neomamma che ero


Non esistono giornate senza fine, né notti senza l’alba. E anche questa notte, così lunga, così agitata, prima o poi dovrà terminare. Arriverà il sole, ti troverà stanca, ma sarà giorno, un nuovo giorno. E anche questo giorno, prima o poi, dovrà terminare.

Lo so che piangi quando nessuno ti vede. Ti sei sempre vergognata, come se fosse una cosa da deboli. Sono solo emozioni, e adesso ne stai vivendo tante. Non aver paura a dire che ti senti triste, o sola, o stanca. Non aver paura a dire che vorresti chiudere gli occhi per un po’, respirare a fondo sotto le coperte, rifugiarti nel tuo angolino sicuro. Non esistono giornate senza fine, né notti senza l’alba. E neppure emozioni sbagliate, ma solo emozioni.

Impara a fidarti della tua bambina, e più di tutto guardala. Prenditi tempo per osservarla, mentre è sveglia, mentre dorme, soprattutto mentre dorme tra le tue braccia. Perché arriverà un giorno in cui non succederà più e tutto questo ti mancherà. Ti mancherà anche se oggi dici che sei stanca, che non ce la fai più. Non esistono giornate senza fine, né notti senza l’alba. Né ricordi che non facciano bene e male quando torneranno alla tua mente. E allora ripensando a certe immagini, annusando di nuovo un odore, ascoltando una vecchia ninna nanna, un’emozione scapperà via, e forse avrà la forma di una lacrima.

Non esiste il troppo amore, esiste solo l’amore. Non esiste il troppo contatto, esiste solo l’amore. Se tua figlia vuole stare di nuovo stretta a te, tienila con te, pelle a pelle, cuore a cuore. Sentitevi una cosa sola, finché potete, finché non arriverà il tempo a correre troppo forte e a portarvi via, un po’ più lontane. Non esistono giornate senza fine, né notti senza l’alba. E il tempo ci toglie sempre qualcosa, ma se sapremo ringraziarlo, forse ci regalerà qualcosa di diverso.

Lascia stare gli altri, tutti gli altri. Lasciali chiusi oltre il portone, là fuori, con i loro giudizi, consigli non richiesti, opinioni. Ascolta tua figlia, ascolta il respiro di tua figlia. Solo quello conta, con il suo profumo, con il modo in cui muove le mani e la bocca. Solo tu, lei, suo padre. Il resto lascialo fuori, non è il suo posto questo. Non esistono giornate senza fine, né notti senza l’alba. Esiste solo la Terra, la Luna, il Sole. Voi siete tutto il vostro Universo, adesso.

Lo so che sei stanca, che a volte ti sembra tutto nero, ma oltre il buio c’è la luce, sempre. Non esistono giornate senza fine, né notti senza l’alba. Imparerai ad apprezzare il tramonto, guardando l’orizzonte insieme a tua figlia. Imparerai a salutare l’alba con occhi nuovi, pieni di speranza. Ci saranno giorni difficili, ma tu saprai come affrontarli. Anche quando vorrai chiuderti nel tuo rifugio, ti meraviglierai nello scoprire che avrà il profumo di tua figlia e la forma del suo abbraccio.

Non esistono giornate senza fine, né notti senza l’alba. E in fondo il tuo Sole è già lì, tra le tue braccia.



Vuoi suggerirmi un argomento o una storia?

4 risposte a ““Non esistono giornate senza fine, né notti senza alba” – Lettera alla neomamma che ero”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: